Servilismo e frenologia.

Posted on in Europa e oltre 118 vedi

{mp4remote}/images/video/La_sottomissione.mp4{/mp4remote}

Da DJANGO
Unchained di Quentin Tarantino

Calvin Candie (interpretato da Leonardo Di Caprio, doppiato da Francesco Pezzulli)

Questo è Ben. È un muso nero che ha vissuto qui per molto tempo.
Decisamente molto tempo.
Ol’Ben qui, ha accudito mio padre, e il padre di mio padre, finché ha tirato le cuoia, un giorno.
Ol’Ben ha accudito me.
Crescere come il figlio di un grosso proprietario di una piantagione del Mississippi, pone un uomo bianco in contatto con tutta una abbondanza di facce nere.
Ho passato tutta la vita qui. Proprio qui, a Candyland.
Circondato da facce nere.
Nel vederle tutti i giorni, un giorno dopo l’altro, mi chiedevo sempre una cosa:
Perché non ci uccidono?

Su quella veranda là fuori, 3 volte a settimana, per 50 anni, Ol’Ben qui, radeva mio padre con un rasoio a mano libera.
Ora, nei panni di Ol’Ben, a mio padre avrei tagliato quella dannata gola, e non ci avrei certo messo 50 anni a decidermi.
Ma non l’ha mai fatto!
Perché no?

Vedete, la scienza della frenologia è cruciale per la comprensione della separazione tra le nostre due specie.
Nel cranio dell’africano qui, l’area associata con la sottomissione è larga più di qualunque umano o qualunque altra subumana fra le specie sul pianeta terra.
Se esaminate questo pezzo di cranio qui, noterete 3 distinte fossette:
qui, qui e qui.

Ora, se avessi in mano il cranio di un Isacco Newton o Galileo, le 3 fossette sarebbero state nell’area del cranio comunemente è associata con la creatività.
Ma questo è il cranio di Ol’Ben, e nel cranio di Ol’Ben, non gravato dal genio.
Queste 3 fossette sono situate nell’area del cranio comunemente associata con il servilismo!




0 Comments

No comments yet
Leaving the first to comment on this article.
You need or account to post comment.