Repubblica: nel 2008 un italiano su 3 rimandato in inglese

Posted on in Politica e lingue 35 vedi

Sono i dati del ministero dell'Istruzione sull'anno scolastico appena conclusoAumentano del 10% le promozioni e le ragazze si confermano più brave dei maschi

Matematica e inglese, boom debitiMa alla maturità 2008 più 100 e lode

Il ministro Gelmini: “La matematica è un'autentica emergenza didattica”Record di bocciati in Veneto e Friuli Venezia Giulia. Primato dei promossi in Calabria

ROMA – Ad aule chiuse e vacanze iniziate è tempo di tirare le somme sull'anno scolastico appena terminato. Questo il bilancio della scuola 2008 nei risultati degli studenti: la matematica si conferma ancora una volta la bestia nera degli alunni italiani (quasi la metà ha un debito in questa materia), seguita a ruota dall'inglese. Ma non ci sono solo voti negativi: alla maturità sono aumentati i 100 e lode. Le promozioni alle superiori sono cresciute del 10%, mentre le ragazze si dimostrano più brave dei loro colleghi maschi. Sono i dati diffusi oggi dal ministero dell'Istruzione, dell'università e della ricerca, che fa il punto sugli scrutini e gli esami di stato. “Un'emergenza didattica”. Il 45,7% degli studenti delle superiori quest'anno deve azzerare entro settembre il debito in matematica (il 2,6 in più rispetto al 2007), mentre il 30,6% dovrà superare le lacune nella lingua straniera.

Per il ministro Mariastella Gelmini, la matematica “costituisce, per la scuola italiana, un'autentica emergenza didattica. Il problema accomuna gli studenti dell'intera penisola, senza distinzione di sesso, tipologia di scuola o dislocazione geografica”. Seguono nella classifica delle materie più ostiche per gli italiani, le discipline scientifiche (fisica, chimica, biologia etc.), con il 23,6%, e l'italiano, con il 14% (percentuale rimasta stabile rispetto al 14,5% del 2007). I diplomati con lode.

La maturità 2008 ha visto aumentare i 100 e lode: tra i diplomati di quest'anno lo 0,9% ha preso la lode, mentre lo scorso anno era lo 0,7%. Il 97,3% degli studenti è stato promosso all'esame di maturità, con un incremento dello 0,3%. Il 6,6% ha conseguito il diploma con 100, il 12,3% ha preso invece 60. Anche quest'anno la maggior parte dei ragazzi che ha ottenuto 100 e lode e 100 all'esame di stato studia al Sud. I 100 e i 100 e lode, inoltre, sono stati assegnati soprattutto ai ragazzi provenienti dai licei classici e scientifici.

Più promossi del solito. Confrontando i dati con quelli relativi agli alunni ammessi senza debito lo scorso anno, aumentano i promossi alla classe successiva (il 59,4%,, il 10% in più rispetto al 2007). “Giudizio sospeso”, cioè debito, per il 26,9%. I non ammessi sono il 13,7%. Ragazze più brave. Senza molta sorpresa, le ragazze si dimostrano più brave dei loro colleghi maschi.

Negli esami di stato di quest'anno infatti il 98% delle donne ammesse all'esame si è diplomato, mentre tra i ragazzi ammessi si è diplomato il 96,7%. “Un dato rimane costante e resistente ad ogni cambiamento: le donne si confermano sempre più studiose degli uomini, un fatto che costituisce ormai una realtà della scuola italiana”, ha detto il ministro Gelmini. I primati regionali. La maggiore concentrazione di ragazzi promossi si trova in Calabria. La “palma” delle bocciature la detengono invece il Veneto e il Friuli Venezia Giulia. (22 luglio 2008)

Questo messaggio è stato modificato da: LapoOrlandi, 22 Lug 2008 – 18:55 [addsig]




0 Comments

No comments yet
Leaving the first to comment on this article.
You need or account to post comment.