Il servizio civile si fa da Pannella

Posted on in Politica e lingue 36 vedi

Il servizio civile? Si fa da Pannella

La “mail” rischia di sparire tra quelle spam: eppure si tratta di “una occasione radicale remunerata da non perdere”. Di che si tratta? Fare il servizio civile per una delle associazioni più care a Marco Pannella. Già, perché Giorgio Pagano, segretario dell’ERA, l’appassionato di esperanto che diffonde l’idea di un’unica lingua mondiale dalla storica location dei radicali, segnala grazie alla posta elettronica “4 occasioni, straordinarie, di collaborazione annuale e remunerata con l’area radicale nella sede di Torre Argentina a Roma. Si tratta di 29 posti, remunerati per 1 anno a 434 euro/mese, grazie ai progetti di servizio civile volontario che l’associazione radicale Esperanto ha avuto approvati”. Pagano sottolinea che “dei 4 progetti approvati 2 riguardano i diritti – linguistico culturali dei popoli indigeni (progetto internazionale) e degli italiani in Italia, 1 gli archivi radicali, un altro (il Verde Stella), al quale collaborerà anche l’associazione Coscioni, per la messa in opera di una rete informativa e di ospitalità transnazionale per malati e malattie estreme”.

(Da ItaliaOggi, 1/7/2008).

[addsig]




0 Comments

No comments yet
Leaving the first to comment on this article.
You need or account to post comment.